Alg: nel futuro di Radio Monte Carlo va difeso il patrimonio informativo


L’Associazione Lombarda dei Giornalisti è al fianco dei colleghi di Radio Monte Carlo. L’incertezza di questi momenti rispetto al futuro della storica emittente radiofonica non può che preoccupare: il patrimonio giornalistico di RMC è una espressione concreta del pluralismo dell’informazione nel mondo radiofonico italiano. Qualsiasi operazione riferita ai futuri assetti proprietari dell’emittente non potrà prescindere dalla difesa e dalla valorizzazione del suo ruolo informativo e dalla difesa dei posti di lavoro.

Il comunicato sindacale della redazione di Radio Monte Carlo

Rmc Radio Monte Carlo “non conferma né smentisce” le informazioni comparse su alcuni organi di stampa circa una cessione a Mediaset. Nell’incontro congiunto con le rappresentanze sindacali dei giornalisti e degli altri comparti, l’azienda ha comunque ammesso che “è in corso una valutazione”.
La redazione di Radio Monte Carlo intende qui sottolineare la propria identità di brand storico, alimentato da un’autorevolezza giornalistica che dà voce ogni giorno a 16 notiziari originali e a numerosi supplementi tematici anche con la valorizzazione di eventi in partnership.
Si tratta di una ingente mole di produzione quotidiana, assolta nonostante l’intero gruppo sia stato già due anni fa ridimensionato negli organici a seguito dell’acquisizione di Radio 105 e Virgin Radio da parte della stessa Mediaset.
Un copione che si auspica non venga adesso replicato.
In uno scenario che potrebbe evolvere anche in tempi rapidi, la Redazione esprime certamente preoccupazione e tuttavia anche fiducia sulle possibilità editoriali future di una realtà giornalistica così radicata e così prestigiosa presso gli utenti radiofonici italiani.


Segnala questo articolo:
  • E-mail this story to a friend!
  • Google
  • Facebook
  • TwitThis
  • YahooMyWeb
  • Live
  • oknotizie
  • Segnalo
  • Digg
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Print this article!
  • Blogosphere News
  • LinkedIn
  • segnalo
  • Yahoo! Buzz

Lascia un commento