Tutela delle fonti, Giulietti a BresciaOggi: «Porteremo il caso del vice direttore Bormioli al Csm»


Il presidente della Fnsi, insieme con i rappresentanti dell’Alg, ha fatto visita alla redazione per portare la solidarietà del sindacato al collega indagato per favoreggiamento e rivelazione di segreti inerenti un procedimento penale dopo la pubblicazione di un articolo.

un-momento-dellincontro-con-la-redazione-di-bresciaoggi

«Presenteremo un esposto al Csm per segnalare anche questo ennesimo caso di un fenomeno che ormai si ripete con una frequenza inaccettabile: il tentativo da parte delle Procure di bruciare le fonti e di violare il segreto professionale dei giornalisti e, quindi, il diritto dei cronisti di informare e quello dei cittadini a essere informati». Lo ha detto il presidente della Federazione nazionale della Stampa italiana, Giuseppe Giulietti, incontrando i colleghi della redazione di BresciaOggi.

Insieme con il presidente Giulietti erano presenti all’incontro il presidente dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti, Paolo Perucchini; Anna Del Freo, segretario generale aggiunto vicario della Fnsi; Antonello Capone, del direttivo della Alg.

«Siamo qui non solo per esprimere la solidarietà del sindacato ai colleghi di BresciaOggi e al vice direttore Riccardo Bormioli, ma anche per ribadire che questa non è una vicenda locale: ancora una volta vengono messi in discussione la tutela fonti e il segreto professionale, cosa che non deve mai più accadere, in nessun angolo d’Italia», ha spiegato Giulietti.

Bormioli è stato di recente indagato per favoreggiamento e rivelazione di segreti inerenti un procedimento penale dopo la pubblicazione di un articolo. E durante un interrogatorio davanti all’autorità giudiziaria si è rifiutato di rivelare le sue fonti.

«In questo caso – ha concluso Giulietti – c’è in più l’anomalia che ad essere iscritto nel registro degli indagati è il vice direttore del quotidiano. Per questo segnaleremo al Csm anche questa vicenda, come abbiamo già fatto in passato per altre circostanze analoghe».

Fnsi e Alg hanno dato piena disponibilità, «nei modi e nelle forme che i colleghi decideranno, insieme con i loro legali, ad assistere la redazione di BresciaOggi anche in sede giudiziaria», ha concluso Giulietti.


Segnala questo articolo:
  • E-mail this story to a friend!
  • Google
  • Facebook
  • TwitThis
  • YahooMyWeb
  • Live
  • oknotizie
  • Segnalo
  • Digg
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Print this article!
  • Blogosphere News
  • LinkedIn
  • segnalo
  • Yahoo! Buzz

Lascia un commento