Crimi annuncia a marzo gli Stati Generali dell’editoria. Alg: siano occasione per rilanciare il giornalismo professionale


“Ben vengano gli Stati Generali dell’informazione a marzo. Da anni l’Associazione Lombarda dei Giornalisti chiede che il confronto sul futuro dell’editoria e dell’informazione si apra per individuare le giuste strade da percorrere, insieme, per far fronte alle carenze e alle distorsioni di un settore ormai piegato dagli effetti devastanti dalla sua peggiore crisi”. Lo afferma il presidente del sindacato lombardo dei giornalisti, Paolo Perucchini, in risposta all’annuncio del sottosegretario dell’Editoria, Vito Crimi, intervenuto sul tema a margine della lezione tenuta ai ragazzi della Bergamonews Academy 3, organizzata dal quotidiano online Bergamonews.
“Da anni chiediamo un intervento di sistema concordato tra governo, editori e sindacato dei giornalisti: una legge speciale dell’editoria in grado di rilanciare il mondo dell’informazione sulla base di criteri che tutelino e valorizzino qualità e professione. Ben venga, quindi, il sostegno a nuovi modelli di editoria, interventi che favoriscano la trasformazione dei sistemi tradizionali di informazione in new media, la lotta alle fake news, al lavoro in nero e ai falsi editori, una più equa redistribuzione delle quote pubblicitarie: ma sia chiaro che, in questo contesto di innovazione, il principio fondamentale deve restare la centralità del ruolo del giornalista”. Servono quindi interventi che favoriscano l’occupazione, lo sviluppo e la diffusione del contratto professionale giornalistico in tutti gli ambiti in cui si fa informazione, la tutela delle fonti e la difesa dalle querele temerarie, la valorizzazione della deontologia professionale, la salvaguardia dell’autonomia degli istituti previdenziali di settore. “Con la buona volontà delle parti, su queste basi il confronto potrebbe finalmente rappresentare la svolta per il mondo dell’informazione che, lo ricordiamo, anche in Italia costituisce l’asse portante della conoscenza e della consapevolezza, basi primarie della democrazia”.


Segnala questo articolo:
  • E-mail this story to a friend!
  • Google
  • Facebook
  • TwitThis
  • YahooMyWeb
  • Live
  • oknotizie
  • Segnalo
  • Digg
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Print this article!
  • Blogosphere News
  • LinkedIn
  • segnalo
  • Yahoo! Buzz

Lascia un commento