Inpgi, il Cda chiede di incontrare il presidente Mattarella e il governo


«Riteniamo doveroso illustrare ai massimi vertici dello Stato la situazione dell’ente, nella sicura speranza che la nostra richiesta possa trovare accoglimento, anche in ragione dell’alto valore che il sistema previdenziale riveste nella vita di tutti i cittadini», spiega la presidente Macelloni. Presentato alla Camera un emendamento della Lega al ‘Decretone’ che riguarda l’istituto.

La presidente dell’Inpgi, Marina Macelloni, ha chiesto oggi, a nome del Consiglio di amministrazione e del Collegio sindacale, «un incontro urgente» al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al premier Giuseppe Conte e ai ministri del Lavoro e dell’Economia, Luigi Di Maio e Giovanni Tria. Lo scopo dell’iniziativa è quello di «illustrare il particolare andamento della gestione previdenziale dell’Ente, alla luce dei profondi processi di trasformazione che stanno interessando la professione giornalistica e le relative conseguenze sul piano pensionistico», si legge in una nota dell’istituto.

«Negli ultimi mesi – spiega Macelloni – il Cda ha lavorato ad una ipotesi di soluzione idonea a mettere in piena sicurezza l’Ente, vittima di squilibri strutturali ben compresi dalla sensibilità del sottosegretario Claudio Durigon. Riteniamo doveroso da parte nostra illustrare ai massimi vertici dello Stato la situazione dell’Inpgi, nella sicura speranza che la nostra richiesta possa trovare accoglimento, anche in ragione dell’alto valore che il sistema previdenziale riveste nella vita di tutti i cittadini, giornalisti o meno».

La proposta – conclude la nota – è in queste ore al vaglio del Parlamento, grazie ad un emendamento della Lega al cosiddetto ‘Decretone’, attualmente all’esame della Camera, il cui primo firmatario è il deputato Massimiliano Capitanio.


Segnala questo articolo:
  • E-mail this story to a friend!
  • Google
  • Facebook
  • TwitThis
  • YahooMyWeb
  • Live
  • oknotizie
  • Segnalo
  • Digg
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Print this article!
  • Blogosphere News
  • LinkedIn
  • segnalo
  • Yahoo! Buzz

Lascia un commento