Il caso Rocchelli a ‘L’ora di legalità’, presentata a Milano la puntata dedicata al fotoreporter


La ricerca di verità e giustizia, non la commemorazione, al centro della trasmissione di Loris Mazzetti che andrà in onda su Rai3 sabato 15 giugno alle 18. «La libertà di informare è sotto attacco», ha detto il presidente Alg, Perucchini. Giulietti: «Non dimenticare per evitale che le tragedie si ripetano».

un-momento-della-presentazione-della-puntata-di-lora-di-legalita-dedicata-ad-andrea-rocchelliCiglia asciutte, la cruda narrazione dei fatti, il senso di un giornalismo costruito sulla documentazione della realtà, alcune foto inquietanti: la preoccupazione nei giorni prima di morire sul volto di Andy Rocchelli, peraltro invece spesso sorridente, il fotoreporter pavese ucciso in Ucraina a quasi 31 anni, 5 anni fa; e le immagini di chi è sotto processo per la sua morte, Vitaly Markiv, cittadino italiano di nazionalità ucraina, fra svastiche e saluti romani.
È la storia al centro del programma ‘L’Ora di Legalità’, in onda su Rai3 sabato 15 giugno alle 18. Una trasmissione realizzata da Loris Mazzetti, presentata oggi all’Associazione lombarda dei giornalisti a Milano. Con lui i presidenti di Fnsi e Alg, Giuseppe Giulietti e Paolo Perucchini (il sindacato si è costituito parte civile). E la madre del cronista, Elisa Signori.
Una ricerca di verità e giustizia e non una commemorazione. E un ritratto sincero di un uomo coraggioso e che amava sorprendersi delle foto che scattava. L’incontro è stato anche l’occasione per denunciare che, ha detto Perucchini, «la libertà di informare è con ogni evidenza sotto attacco», e per mobilitare la categoria e la società civile: «Non dobbiamo dimenticare, il ricordo serve anche a far sì che le tragedie della storia non si ripetano per Andy come per tanti altri colleghi», ha sottolineato Giulietti.
E non a caso domenica prossima, nella quarta puntata del programma, si parlerà di Vittorio Arrigoni, il giornalista e attivista ucciso a Gaza nel 2011. (Ansa – Milano, 30 maggio 2019)


Segnala questo articolo:
  • E-mail this story to a friend!
  • Google
  • Facebook
  • TwitThis
  • YahooMyWeb
  • Live
  • oknotizie
  • Segnalo
  • Digg
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Print this article!
  • Blogosphere News
  • LinkedIn
  • segnalo
  • Yahoo! Buzz

Lascia un commento