Provincia Pavese, prosegue lo sciopero delle firme


I giornalisti della Provincia Pavese continueranno ancora per una settimana lo sciopero delle firme iniziato sabato 3 luglio.
Gli articoli delle cronache locali non saranno siglati, tranne quelli dei collaboratori esterni. Prosegue in questo modo la protesta dei giornalisti della Provincia Pavese, che hanno già attuato una giornata di sciopero, in seguito alla quale il quotidiano non è andato in edicola il 2 luglio.

L’Assemblea di redazione della Provincia Pavese ha affidato al Comitato di redazione un pacchetto complessivo di cinque giorni di sciopero, per protestare contro l’annuncio del blocco del turn over da parte dell’Azienda, che non vuole sostituire un collega da poco deceduto e, in prospettiva, ha già annunciato che non sostituirà un collega che andrà in pensione. Con l’avvio dell’edizione del lunedì, alla fine del 2009, l’Azienda non aveva voluto assumere alcun giornalista in più, ma aveva sottoscritto un accordo sindacale secondo cui l’organico redazionale non sarebbe stato ridotto. L’annuncio del blocco del turn over non rispetta quell’accordo, in un giornale sano, come la Provincia Pavese, che ha un bilancio positivo e ulteriori prospettive di crescita date proprio dall’avvio della pubblicazione del settimo numero.

Il Comitato di redazione della Provincia Pavese

Per leggere tutti i media lombardi


Segnala questo articolo:
  • E-mail this story to a friend!
  • Google
  • Facebook
  • TwitThis
  • YahooMyWeb
  • Live
  • oknotizie
  • Segnalo
  • Digg
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Print this article!
  • Blogosphere News
  • LinkedIn
  • segnalo
  • Yahoo! Buzz

Lascia un commento