Altro attacco no vax all’informazione, oggi nel mirino La Provincia di Cremona. La Alg: Solidarietà ai colleghi


nvI No vax rialzano la testa contro ll’informazione. Oggi, mercoledì 7 febbraio, la sede della Provincia di Cremona è stata imbrattata da scritte violente da parte degli estremisti antivaccino. Il giornale, a loro avviso ha avuto la colpa di scrivere che si è aperto un processo contro un novax. Stamani una collega che di era recata a lavorare al primo turno del sito ha scoperto le scritte minacciose sui muri e sui vetri della redazione.
L’attacco No vax a Cremona avviene a pochi giorni di distanza e con la stessa modalità di quello contro Espansione TV a Como. Una inquietante sequenza che conferma come gli estremisti antivaccino non tollerino nemmeno la cronaca dei fatti, oltre a non rispettare il diritto di critica e le libere opinioni.
Per il presidente Alg, Paolo Perucchini “La Alg è e sarà, come sempre, a fianco dei colleghi. Esprimiamo tutta la nostra solidarietà alla redazione del quotidiano La Provincia di Cremona e siamo pronti a soatenerli in tutte le iniziative che sarà necessario adottare”


nv3

È inaccettabile l’intimidazione subita dal giornale La Provincia di Cremona e Crema nella notte fra martedì e mercoledì ad opera di due persone, un uomo e una donna, che con la vernice rossa hanno tracciato sui muri esterni della redazione scritte e simboli No vax. Il giornale era già finito nel mirino del Comitato locale Fortitudo No-vax No-Green pass in seguito alla pubblicazione di due articoli che davano notizia di due procedimenti penali che vedono imputata la presidente: decine di mail di insulti, alcune con minacce, sono state inoltrate alla redazione. Esprimiamo solidarietà ai colleghi che hanno sempre dimostrato equilibrio e correttezza nel seguire la vicenda. E’ l’ennesima dimostrazione di come l’informazione per qualcuno sia un fastidio. Si tratta di intimidazioni che respingiamo con forza e che non ci intimoriscono. La parola “libertà” in bocca a chi vuole indebolire quella degli altri perde di significato. Tocca a noi e alla comunità di cui facciamo parte riempirla di senso. Esprimiamo quindi apprezzamento e gratitudine per chi in queste ore ha già espresso vicinanza e solidarietà al nostro giornale.
Il Comitato di Redazione

nv2

nv4


Lascia un commento