Il Consiglio Direttivo della Alg approva il bilancio 2023. Il 29 l’Assemblea ordinaria dei soci


1cd1Il consiglio direttivo dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti ha approvato a maggioranza (5 i voti contrari) il bilancio consuntivo 2023 che verrà presentato ai soci nel corso dell’assemblea annuale convocata per il 29 febbraio prossimo.

Il bilancio, il primo presentato tra le associazioni territoriali federate alla FNSI, chiude con un risultato negativo di 26,4 mila euro (rispetto al dato positivo di 13,3 mila euro segnato nella gestione 2022). Il disavanzo d’esercizio sale a quasi 37 mila euro dopo aver spesato crediti inesigibili per soci morosi e la dotazione al premio giornalistico Minotti: 12,3 mila euro l’avanzo finale del 2022.

La difficoltà del momento è contraddistinta da una serie di fattori. Prima di tutto, un calo di iscritti, strutturale in tutto il sindacato. Poi al taglio delle quote di servizio che l’Inpgi dava a tutte le Associazioni - e quindi anche alla Lombarda - per le attività previdenziali erogate sul territorio, quote che sono state più che dimezzate anche dopo il trasferimento della gestione principale dell’istituto all’Inps. In risposta a questi eventi, in una logica manageriale, la Lombarda ha dato corso a un’attenta politica di contenimento dei costi, al sostegno e allo sviluppo dell’attività sanitaria del Poliambulatorio ALG (che è ancora cresciuta in termini di servizi, di visite e di valorizzazione economica) e a una diversificazione dei servizi e delle proposte per soci e non soci attraverso l’organizzazione di corsi di formazione e di eventi negli spazi associativi. Fronti sui quali, anche nel corso del 2024, si opererà per sostenere quello che, necessariamente, dovrà essere un cambio di passo della Lombarda.

Per il coinvolgimento dei giornalisti e il recupero di adesioni, la Alg ha già avviato Open day di incontro con colleghi non iscritti, oltre che incontri diretti con le scuole di giornalismo per far conoscere più da vicino il ruolo e i servizi ALG messi a disposizione della categoria. Anche il vasto impegno che l’Associazione ha profuso e continuerà a profondere nell’organizzazione di eventi e di manifestazioni per la libertà di espressione e di stampa contribuiscono, al di là del loro valore intrinseco, ad avvicinare al sindacato i colleghi non iscritti.

Nel corso del direttivo è stato approvato anche il bilancio preventivo 2024, varato all’unanimità (3 le astensioni registrate).


Lascia un commento