Cdr Finegil Espresso, preoccupazione per Pavia e Mantova


Il Coordinamento Cdr del Gruppo Finegil Espresso guarda con grande preoccupazione a quanto sta succedendo a Pavia e a Mantova, dove, rispettivamente, sono stati annunciati un piano di riorganizzazione che indebolisce fortemente le redazioni decentrate (e di conseguenza la fondamentale presenza di giornalisti del Gruppo sul territorio) e una riduzione di organico di un’unità a partire dal prossimo anno.

Decisioni che preoccupano molto tutti i giornalisti del Gruppo, perché annunciate proprio a distanza di pochissimi mesi dall’avvio del nuovo sistema editoriale nei due giornali e quando ancora devono entrare in produzione i principali giornali regionali del Gruppo, il Tirreno e la Nuova Sardegna. Il Coordinamento dei Cdr Finegil- Espresso esprime solidarietà ai colleghi di Pavia e Mantova e auspica che i responsabili aziendali locali riconsiderino le decisioni annunciate.

Il Coordinamento chiede anche ai vertici nazionali del Gruppo, con cui sono ormai consolidate ottime relazioni industriali, di intervenire per evitare forzature locali che si rivelerebbero dannose per il Gruppo, che sta introducendo un nuovo sistema editoriale senza trascurare gli investimenti sulla multimedialità. Il Coordinamento dei Cdr Finegil Espresso segue con grande attenzione l’evolversi delle due vertenze di Pavia e Mantova ed esprime piena solidarietà ai colleghi della Provincia Pavese, che lunedì sciopereranno di fronte all’indisponibilità dell’azienda ad affrontare senza pregiudizi il tema della riorganizzazione del giornale, contraddicendo una storia di relazioni sindacali fatta, nel rispetto dei ruoli, di confronto e condivisione rispetto alle scelte fondamentali.

Il Coordinamento dei Cdr Finegil Espresso


Segnala questo articolo:
  • E-mail this story to a friend!
  • Google
  • Facebook
  • TwitThis
  • YahooMyWeb
  • Live
  • oknotizie
  • Segnalo
  • Digg
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Print this article!
  • Blogosphere News
  • LinkedIn
  • segnalo
  • Yahoo! Buzz

Lascia un commento