Trent’anni di Stampa Democratica


Trent'anni di Stampa Democratica

Trent’anni di storia di Stampa Democratica, fondata nell’autunno del 1978 da Walter Tobagi con un piccolo nucleo di giornalisti lombardi.

E’ quanto si legge nel libro, curato dai colleghi Giuseppe Baiocchi, Paolo Chiarelli, Achille Lega e Marco Volpati, in cui si ripercorre la nascita e lo sviluppo della corrente a partire dai suoi valori costitutivi.

In particolare la scelta culturale e professionale di aggregarsi per difendere e tutelare l’autonomia e l’indipendenza del giornalista nel suo ruolo democratico e insostituibile di servizio al cittadino con una informazione onesta, non ideologica e non schierata, e neppure sottomessa a poteri di qualsivoglia natura.

L’immediato consenso che allora accompagnò l’inizio di questa avventura si è consolidato negli anni: la corrente di Stampa Democratica ha sempre espresso da allora la guida dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti. Da Walter Tobagi, assassinato il 28 maggio 1980 dai terroristi rossi, a Giorgio Santerini, a Maurizio Andriolo, a Maria Grazia Molinari a Giovanni Negri.

Il libro è diviso in in quattro capitoli secondo lo scorrere dei decenni: ad ognuno è premesso un breve affresco di carattere generale che richiama i grandi mutamenti avvenuti nel mando e in Italia, all’interno dei quali si svolge il lavoro di elaborazione culturale e di azione sindacale, nelle grandi e piccole vertenze che hanno costellato la progressiva trasformazione del mestiere di giornalista. Non mancano ampi riferimenti al ruolo svolto dalla corrente in sede nazionale, sia all’interno della FNSI che nelle vicende delle diverse battaglie contrattuali.

Infine il volume si chiude con gli interventi della “nuova generazione”: i colleghi impegnati nelle redazioni e negli organismi sindacali e che costituiscono per Stampa Democratica l’anticipo del futuro.


Segnala questo articolo:
  • E-mail this story to a friend!
  • Google
  • Facebook
  • TwitThis
  • YahooMyWeb
  • Live
  • oknotizie
  • Segnalo
  • Digg
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Print this article!
  • Blogosphere News
  • LinkedIn
  • segnalo
  • Yahoo! Buzz

Lascia un commento