EVENTI DALL’1 AL 9 OTTOBRE 2016


1Sabato 1 ottobre ore 9,30-12,30
Corso di formazione per giornalisti
L’Ordine dei Giornalisti della Lombardia in collaborazione con l’Associazione Lombarda dei Giornalisti e il Circolo della Stampa, organizza il corso di formazione per giornalisti
“La verità sulle carte di Aldo Moro”
Relatori: Gero Grassi, Roberto Arlati, Giovanni Minoli, Stefania Limiti, Sandro Provvisionato e Renzo Magosso


Sabato 1 ottobre ore 17

Sabati del Circolo - Società Dante Alighieri
E se incominciassimo dalla luna?
Lettura a più voci di alcune riflessioni intorno all’uomo e alla sua presenza nell’Universo, intercalate da brani poetici di grandi autori
Testo di Silvano Ciprandi, Presidente del Comitato di Milano della Società Dante Alighieri
Partecipano le attrici Annagaia Marchioro e Alessandra Salamida
Introduzione musicale


5Mercoledì 5 ottobre ore 17
Club del mercoledì
“Economia collaborativa e qualità della vita”
Creare valore economico e migliore qualità della vita attraverso le nuove piattaforme digitali. Analisi dei trend ed esempi pratici.
Relatori: Marta Maineri, Collaboriamo.org, Sharitaly; Luisa Galbiati, So Lunch; Debora Cantarutti, consulente nutrizionale
Riservato ai soci


6
Giovedì 6 ottobre ore 18,30
Inaugurazione della mostra “Paesaggi immaginari” 6 - 13.10.2016
Sono i luoghi dei sogni, sorgono al confine tra il reale e l’evocato, prendono corpo attraverso lo sguardo dell’artista.
La visione di chi crea è il passaggio segreto che trasporta nell’onirico, in un mondo dove le percezioni diventano tratti, colori, forme dissolte e ricreate che descrivono paesaggi interiori. Risonanze del passato, echi di desideri, proiezioni del divenire, sono fermati in un attimo dall’immaginazione.
Il deserto rarefatto di Carlotta Lombardo accoglie il visitatore come lo specchio di Alice: passando oltre il paesaggio è già immaginazione.
Ghiacciata, congelata come le onde del mare che Julian Soardi cerca di fermare e trasformare allo stato solido. Proseguendo nella sua ricerca di arrestare il flusso del divenire all’attimo presente, un progetto che l’artista ha avviato con l’installazione dei libri ghiacciati alla Biblioteca Il Pertini di Cinisello a marzo 2016, per sottolineare la necessità di preservare un sapere di carta che pare sciogliersi e scomparire sotto il peso, virtuale, della cultura e dell’informazione digitale (in Galleria d’ingresso).
Un’immaginazione evocata nello sguardo dalla finestra sui tetti di Parigi di Maurizia Bonvini. Che prende le forme della resina colorata nelle opere di Grazia Resta.
Ritratta, come nei profili disegnati, trasposti, disturbati da pixel impazziti e poi riordinati su supporti trasparenti di Daniele Martignoni.
Fissata attraverso attimi di performance colti e diventati gli scatti tridimensionali di Raffaella Menchetti (Sala Montanelli). Memorie di passato che diventano macchie a colori evanescenti sulle tele di Tiziana Santoli; paesaggi di monti e di laghi lombardi allargati alle piane de Le Plat Pays, il Belgio che accoglie spesso Daniele Fabiani (Sala Bracco).
TravellingArt-ArteinViaggio
L’esposizione è curata e organizzata da TravellingArt-ArteinViaggio, associazione culturale che promuove artisti emergenti.
Creata da allievi ed ex allievi dell’Accademia di Belle Arti di Brera, dell’Accademia Belle Arti di Firenze, dell’Istituto Italiano di Fotografia, e artisti provenienti da Scuole d’Arte di Maestri di pittura, scultura e disegno, l’associazione organizza esposizioni collettive e personali, residenze, incontri tra artisti.
Attiva dal 2010 a Milano e Parigi, TravellingArt-ArteinViaggio realizza esposizioni in diversi Paesi.
travellingartarteinviaggio@gmail.com
Il Poggiarello e Cantine 4 valli
Sono partner di TravellingArt-ArteinViaggio per l’evento: durante il vernissage offriranno una degustazione dei loro vini.
La Cantine 4 valli, fondata nel 1882 a Piacenza da Achille Ferrari e Antonio Perini, trasmessa a figli e nipoti, l’azienda è ancora oggi è condotta dalle stesse famiglie, che rappresentano al meglio la tipicità dei vini dei Colli Piacentini trasformando uve di proprietà e uve acquistate esclusivamente nei vigneti del territorio.
Il Poggiarello nasce nei primi anni Ottanta dall’esigenza dei giovani Perini di confrontarsi con la vitivinicoltura di qualità in un luogo che unisce bellezza naturale e vocazione vinicola: la Val Trebbia, una delle vallate più suggestive dell’Appennino emiliano.
Consapevoli che il buon vino “si fa nella vigna” i proprietari si sono concentrati su sistemi di coltivazione, gestione del suolo, contenimento vegetativo, il diradamento dei grappoli e raccolta, rigorosamente manuale, per garantire una produzione di sicura qualità. Così facendo, dopo la pigiatura, è sufficiente accompagnare il vino alla bottiglia con maggiore discrezione possibile, senza disturbarlo troppo perché solo lui sa quel che deve fare…


Segnala questo articolo:
  • E-mail this story to a friend!
  • Google
  • Facebook
  • TwitThis
  • YahooMyWeb
  • Live
  • oknotizie
  • Segnalo
  • Digg
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Print this article!
  • Blogosphere News
  • LinkedIn
  • segnalo
  • Yahoo! Buzz

Lascia un commento