Agenzie, parte il primo ricorso contro la gara europea. Fnsi: «Confermati i nostri timori. Il governo lavori ad una legge di sistema»


L’agenzia di stampa il Velino ha proposto ricorso al Tar del Lazio contro il bando europeo deciso dal governo per selezionare i soggetti che forniranno i notiziari alla Pa. Lorusso e Giulietti: «Il problema va risolto in modo diverso: mettendo a punto una legge di sistema con il coinvolgimento di tutte le parti interessate».

L’agenzia di stampa Il Velino ha proposto ricorso al Tar del Lazio contro il bando europeo deciso dal governo per selezionare le agenzie di stampa che forniranno i loro notiziari alle Amministrazioni dello Stato. Si attende ora che sia fissata l’udienza di discussione dei motivi redatti dall’avvocato Federico Tedeschini.
«La gara europea per le agenzie di stampa registra già un primo ricorso giudiziario. Viene da dire: come volevasi dimostrare. Si tratta - commentano Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Fnsi - della conferma dei timori e delle perplessità espresse dal sindacato dei giornalisti. Il governo ha scelto una soluzione che, indipendentemente dall’esito di questo e di eventuali altri ricorsi, non mette al riparo dal rischio di introdurre elementi di incertezza nell’erogazione dei pagamenti alle aziende e, di conseguenza, per la tenuta dell’occupazione nel settore dell’informazione primaria. Nessuna discontinuità rispetto al passato, ma soltanto una beffa per tutti i lavoratori del settore».
L’auspicio del sindacato dei giornalisti, concludono Lorusso e Giulietti, «è che il governo trovi il tempo e il modo per affrontare in modo diverso il problema, mettendo a punto, con il coinvolgimento di tutte le parti interessate, una legge di sistema in grado di dare certezze al comparto».


Segnala questo articolo:
  • E-mail this story to a friend!
  • Google
  • Facebook
  • TwitThis
  • YahooMyWeb
  • Live
  • oknotizie
  • Segnalo
  • Digg
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Print this article!
  • Blogosphere News
  • LinkedIn
  • segnalo
  • Yahoo! Buzz

Lascia un commento