Visibilia Magazine (Santanchè) va in liquidazione e apre la procedura per licenziare tutti i giornalisti


Visibilia Magazine, l’azienda che fa capo a Daniela Santanchè, editrice dei settimanali Visto e Novella 2000, licenzia tutti i suoi 14 dipendenti. Lo ha ufficializzato il liquidatore della società a quattro giorni dal suo insediamento e a due settimane dalla decisione della Santanchè di mettere in liquidazione la società.
“Il licenziamento collettivo formalizzato dal liquidatore per cessata attività dà il benservito ai giornalisti che da anni, prima sotto la gestione RcsPeriodici e poi Prs, sono stati il perno delle riviste Novella 2000 e Visto. Tutti loro, infatti, sono regolarmente passati, insieme alle testate, attraverso due cessioni societarie fino alla Visibilia Magazine” afferma Paolo Perucchini, presidente dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti. “Oggi invece, questi giornalisti sono diventati il problema: costano troppo. Tanto che una cassa integrazione al 47%, concordata per due anni e utilizzata per uno, non basta, secondo l’azienda, a raggiungere l’equilibrio economico. Così come a nulla sono valsi i piani di rilancio sulle due riviste annunciati a più riprese dall’onorevole Santanchè”.
L’Associazione Lombarda dei Giornalisti continuerà a seguire da vicino la vertenza. “Vanno chiariti molti punti. Per esempio, si dichiara che si licenzia per cessata attività e intanto si dice di voler affidare anche a service esterni la fattura di Visto e Novella 2000: il tutto a “salvaguardia del valore delle testate”. Verificheremo le intenzioni del liquidatore, ma deve essere chiaro che il vero valore delle riviste sono i giornalisti che ci lavorano. Non è ammissibile svuotare le redazioni per appaltare all’esterno il lavoro: viene il dubbio che l’obiettivo di tutta questa manovra sia solo quello di non volere più avere a che fare con le regole e le garanzie del contratto dei giornalisti”.


Segnala questo articolo:
  • E-mail this story to a friend!
  • Google
  • Facebook
  • TwitThis
  • YahooMyWeb
  • Live
  • oknotizie
  • Segnalo
  • Digg
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Print this article!
  • Blogosphere News
  • LinkedIn
  • segnalo
  • Yahoo! Buzz

Lascia un commento