Alg: al via la scuola dei Cdr


Venerdì 9 marzo parte “La Scuola dei Cdr”, un’iniziativa dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti per fornire ai Comitati di Redazione e ai Fiduciari presenti in tutte le redazioni lombarde la formazione necessaria ad affrontare il loro compito.
L’incontro formativo, che si terrà presso la sede Alg in viale Monte Santo 7 alle ore 10.30 e a cui parteciperanno gli avvocati Maurizio Borali e Andrea Ottolini, si svolgerà nell’ambito dell’assemblea generale dei Cdr e Fiduciari della Lombardia.
Il ruolo del Cdr e del Fiduciario è sempre stato cruciale. Si tratta della prima cellula del sindacato sul territorio e nelle redazioni, e svolge un ruolo determinante, confrontandosi quotidianamente con l’azienda, a tutela non solo di tutti i colleghi giornalisti, ma della professione stessa.
A maggior ragione, il ruolo dei Comitati di Redazione e dei Fiduciari è fondamentale oggi, con la crisi che dura da quasi 10 anni, non è ancora finita e ha portato nelle redazioni i tagli degli integrativi, le politiche restrittive, gli ammortizzatori sociali.
Un Cdr debole o impreparato significa meno tutele per i giornalisti e un indebolimento di tutto il sindacato. Per essere forti, Cdr e Fiduciari devono essere prima di tutto consapevoli di quali sono i diritti dei giornalisti e di cosa prevede il contratto. Ma devono avere anche una corretta panoramica generale sulle normative che riguardano l’editoria. Una materia tradizionalmente non semplice.
L’Associazione Lombarda dei Giornalisti, che ovviamente resta a disposizione con la sua struttura per fornire ogni sorta di supporto a chi fa sindacato nelle varie testate e in generale a tutti i colleghi, si impegna però anche a dare ai Comitati di Redazione e ai fiduciari gli strumenti conoscitivi per svolgere al meglio i propri compiti.
Da questa preoccupazione, ma anche dalle richieste degli stessi colleghi impegnati come Cdr o come Fiduciari, è nata l’idea di un ciclo di incontri per renderli edotti proprio su tutte quelle materie che sono il loro pane quotidiano.
Partiremo dalla base, prendendo in esame la regola cardine che dà vita alla rappresentanza sindacale nel mondo dell’informazione, cioè l’articolo 34 del Contratto Nazionale di Lavoro Giornalistico, che è appunto dedicato al “Comitato di Redazione” e spiega cosa la rappresentanza sindacale aziendale può e deve fare, le sue prerogative, i suoi compiti, i suoi limiti.
I docenti saranno gli avvocati della Lombarda, che da sempre difendono i colleghi e sono tra i massimi esperti in Italia del nostro contratto.
Nei prossimi mesi, poi, sempre grazie alla disponibilità dei consulenti della ALG e della FNSI, organizzeremo altri appuntamenti della nostra Scuola con incontri che entreranno nello specifico di temi, situazioni e argomenti materia dell’attività dei Cdr stessi.


Segnala questo articolo:
  • E-mail this story to a friend!
  • Google
  • Facebook
  • TwitThis
  • YahooMyWeb
  • Live
  • oknotizie
  • Segnalo
  • Digg
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Print this article!
  • Blogosphere News
  • LinkedIn
  • segnalo
  • Yahoo! Buzz

Lascia un commento