L’Alg sostiene l’Associazione ‘Il Cavallo Rosa’ contro gli abusi sui minori


Il Cavallo Rosa“L’orco si confonde, si mescola, mente. È aiutato, coperto, protetto. Sorride, come sorride un padre: parla il linguaggio adatto per intrappolare i bambini, i minori, giovani donne e le loro famiglie. Nello sport, nell’equitazione, spesso, ha il volto rassicurante di un istruttore. Gli orchi si nascondono dietro una patina di perbenismo, fanno rete, usano i social come strumento di adescamento, hanno profili coperti, frequentano canali di natura pedopornografica. Distruggono vite innocenti. In tanti casi, a fini di lucro.
Attorno a loro il silenzio.
Attorno a loro l’omertà.
Attorno a loro la complicità di insospettabili.
Adesso bisogna fare rumore, adesso si cambia, adesso è l’ora di gridare”.
#HorsenotWolf

Quando il giornalismo scende in campo per passare dalla denuncia ai fatti: da qualche mese su Facebook è attiva la pagina ‘Il Cavallo Rosa’ creata da un gruppo di donne - avvocate, magistrate e tante appartenenti alla nostra categoria - per dare un aiuto concreto alle vittime di soprusi e violenze subiti soprattutto da minori nei centri ippici. Una realtà forse non conosciuta come si dovrebbe: il mondo del cavallo è al primo posto in questa gravissima tipologia di reati, seguito dal calcio e dalla pallavolo. Per questo motivo l’Associazione Lombarda dei Giornalisti aderisce volentieri a questa iniziativa il cui obbiettivo è dare una assistenza immediata alle famiglie e ai giovanissimi spesso traumatizzati più di quanto si creda: genitori, ragazzi, bambini e bambine che, comprensibilmente, talvolta non sanno cosa fare e come difendersi. La giustizia ordinaria potrà fare il suo corso, mentre sul fronte della giustizia sportiva e delle norme Federazione italiana sport equestri - osserva l’Associazione - ci sono ancora gravi lacune che spesso non portano a punire i colpevoli.
Ora si possono denunciare gli abusi attraverso il sito www.cavallorosa.org e la pagina Fb Il Cavallo Rosa. Inoltre è attiva anche una pagina Istagram proprio con lo scopo di arrivare agli adolescenti.


Segnala questo articolo:
  • E-mail this story to a friend!
  • Google
  • Facebook
  • TwitThis
  • YahooMyWeb
  • Live
  • oknotizie
  • Segnalo
  • Digg
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Print this article!
  • Blogosphere News
  • LinkedIn
  • segnalo
  • Yahoo! Buzz

Lascia un commento