Ecco come funziona il cumulo gratuito dei contributi previdenziali. La nota esplicativa dell’Inpgi


La legge di bilancio 2017 ha introdotto, tra le misure previdenziali, il cosiddetto cumulo gratuito della contribuzione. Ecco la nota esplicativa predisposta dall’Inpgi con alcuni esempi pratici. Gli uffici dell’ente restano, come sempre, a disposizione dei colleghi per ulteriori spiegazioni.

Con il via libera alla manovra finanziaria, è diventato legge anche il cumulo gratuito dei contributi previdenziali per i giornalisti iscritti all’Inpgi e per i professionisti delle altre Casse privatizzate. Il cumulo dei contributi senza oneri, che inizialmente era previsto soltanto per le gestioni previdenziali che fanno capo all’Inps, dunque ora vale per tutti.
«La legge di stabilità per il 2017 ha introdotto – afferma la presidente dell’Istituto di previdenza di categoria, Marina Macelloni – tra le misure previdenziali, il cosiddetto cumulo gratuito della contribuzione. Si tratta di una misura che l’Inpgi chiedeva fin dal 2008 per poter tutelare tutti i colleghi con contribuzioni maturate presso l’Enpals, l’Inpdap o l’Inpgi2 che finora non erano compresi nella legge Vigorelli che assicura il cumulo gratuito solo per contribuzioni Inpgi e Inps. Il provvedimento non comporta oneri aggiuntivi per l’Inpgi né delibere di attuazione da parte del Consiglio di amministrazione. A chiarimento delle numerose interpretazioni della norma circolate in questi giorni l’Istituto ha predisposto una nota tecnica corredata da qualche esempio. Gli uffici come sempre sono a disposizione di tutti i colleghi per ulteriori spiegazioni».

Qui il link alla nota predisposta dagli uffici dell’Istituto di previdenza.


Segnala questo articolo:
  • E-mail this story to a friend!
  • Google
  • Facebook
  • TwitThis
  • YahooMyWeb
  • Live
  • oknotizie
  • Segnalo
  • Digg
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Print this article!
  • Blogosphere News
  • LinkedIn
  • segnalo
  • Yahoo! Buzz

Lascia un commento