Visto e Novella 2000, Visibilia va in liquidazione


Daniela Santanchè scarica sui 14 giornalisti di Visto e Novella 2000 i problemi di insostenibilità del progetto editoriale della Visibilia Magazine srl. La società, che fa capo all’onorevole, ha annunciato di aver messo in liquidazione l’azienda alla fine della scorsa settimana, ma non ha per altro prospettato alcuna soluzione futura per le due riviste e, soprattutto, per i colleghi coinvolti.
“L’annuncio della messa in liquidazione della società è l’ultimo capitolo di una vicenda che, fino ad oggi, ha visto i giornalisti sobbarcarsi un sacrificio enorme, in termini economici e di lavoro - afferma il presidente dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti, Paolo Perucchini -. Dopo l’acquisizione dal gruppo PRS delle due testate e delle relative redazioni, l’editrice dell’onorevole Santanchè ha fatto ricorso alla cassa integrazione con punte fino al 47%. Poche settimane fa, però, l’editore ha chiesto di bloccare l’ammortizzatore sociale inizialmente chiesto per due anni, dopo soli 12 mesi: i conti della società, ha denunciato, sono peggiorati invece che migliorare a fronte di una perdurante crisi del mercato e al ristagno della raccolta pubblicitaria”.
“L’azienda nelle scorse settimane aveva chiesto alla redazione di valutare un ulteriore innalzamento della percentuale di cassa – prosegue il presidente della Lombarda -: un sacrificio oggettivamente insostenibile sia per le tasche dei lavoratori, sia per l’organizzazione del lavoro. Ora, invece, l’annuncio della messa in liquidazione. Siamo preoccupati per i destini dei giornalisti: chiediamo che vengano chiariti subito i contorni della vicenda. Si chiude? Si vende? Si licenzia tutti? Si dichiara fallimento? Come sindacato affiancheremo i colleghi in questo percorso, sostenendo tutte le iniziative che saranno ritenute utili per contrastare una decisione che rischia di mettere sulla strada 14 famiglie”.

A QUESTO LINK LA NOTA DEL CDR DI NOVELLA 2000 E VISTO


La solidarietà del Cdr Rcs Periodici

Il Cdr Periodici Rcs MediaGroup, a seguito del comunicato sindacale del Cdr Visibilia, dà pieno sostegno ai colleghi di Novella 2000 e Visto, ex testate Rcs.

«Martedì 25 luglio Daniela Santanchè ha annunciato la liquidazione della Visibilia Magazine Srl, casa editrice degli storici settimanali Novella 2000 e Visto» afferma la nota sindacale del Cdr Visibilia.
«Daniela Santanchè aveva acquisito i due giornali nel 2015 da PRS Editore, affermando di volerli far tornare ai fasti di un tempo, perché essere editrice di due testate così importanti era sempre stato il suo sogno. Di più: “Un sogno che la riempiva di orgoglio”, parole accompagnate da promesse di sostegno e di rilancio delle due testate che però sono svanite nel nulla solo sei mesi dopo, quando la Santanchè, comunicando una perdita pari a un milione di euro, ha chiesto ai suoi lavoratori un sacrifico enorme: una pesantissima cassa integrazione.
I lavoratori (complessivamente 16 tra giornalisti e impiegati), sottolineando il mancato sostegno di Visibilia alle due riviste lasciate andare a se stesse, hanno accettato il sacrificio, accordandosi per la cassa integrazione, della durata di due anni, che sfiora il 45 per cento. Altissima sia per l’impatto sugli stipendi (e sulle famiglie dei lavoratori), sia per l’organizzazione del lavoro.
All’atto della firma di quell’accordo la Santanchè si era dichiarata soddisfatta: la manovra, nelle sue parole, avrebbe riportato in positivo i bilanci.
Nello stesso tempo diverse agenzie fotografiche e collaboratori hanno smesso di fornire servizi alle due testate, perché da mesi non vengono pagati.
E, se ciò non bastasse, la Santanchè non ha versato nei tempi il Tfr dei lavoratori, chiedendo in seguito una rateizzazione per regolare le varie situazioni.
E arriviamo a oggi, 25 luglio 2017. Dopo un anno di cassa integrazione La Pitonessa (nomignolo conquistato in politica), che sostiene di essere un’abile imprenditrice che tutela i lavoratori e le professionalità italiane, nella realtà fallisce la sua esperienza di editore (e imprenditore) affidando la sua società Visibilia Magazine Srl a un liquidatore» scrive il Cdr Visibilia.
La conclusione di questa vicenda sta a dimostrare che l’acquisto delle due storiche ex testate Rcs da parte della Santanchè era solo un’operazione di facciata, come già dichiarato dal Cdr Periodici Rcs quando l’editrice Visibilia aveva lanciato la sua offerta per le testate nel 2013, anno in cui Rcs le mise in vendita.

Milano, 27 luglio 2017
Il Cdr Periodici Rcs MediaGroup


Segnala questo articolo:
  • E-mail this story to a friend!
  • Google
  • Facebook
  • TwitThis
  • YahooMyWeb
  • Live
  • oknotizie
  • Segnalo
  • Digg
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Print this article!
  • Blogosphere News
  • LinkedIn
  • segnalo
  • Yahoo! Buzz

Lascia un commento